lunedì 14 marzo 2011

Sii felice ora

Io non mi rendo mai conto di ciò che sto vivendo. Un mesetto fa, mia cugina ha pubblicato uno scritto di Madre Teresa di Calcutta su Facebook, che mi ha fatto riflettere un bel po'.


SII FELICE ORA!!

Non aspettare di finire l’università, di innamorarti,
di trovare lavoro, di sposarti, di avere figli, di vederli sistemati,
di perdere quei dieci chili, che arrivi il venerdì sera o la domenica mattina,
la primavera, l’estate, l’autunno o l’inverno.

Non c’è momento migliore di questo per essere felice.
La felicità è un percorso, non una destinazione. 
Lavora come se non avessi bisogno di denaro,
ama come se non ti avessero mai ferito 
e balla, come se non ti vedesse nessuno.
Ricordati che la pelle avvizzisce,
i capelli diventano bianchi e i giorni diventano anni.
Ma l’importante non cambia: 
la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è il piumino che tira via qualsiasi ragnatela.
Dietro ogni traguardo c’è una nuova partenza. 
Dietro ogni risultato c’è un’altra sfida.
Finché sei vivo, sentiti vivo.

Vai avanti, anche quando tutti si aspettano che lasci perdere.

(Madre Teresa di Calcutta)


È incredibile.Quanto è vero.

Parlando con mia madre riguardo persone e convinvenza forzata per via di lavoro con i colleghi, la mente vola alla scorsa estate.
Mi sono buttata nella proposta che mi hanno fatto e la mia voglia di accettare - inizialmente - era pari a zero.
Oh, non lo so. Se ci penso oggi, a distanza di quasi un anno, mi dico che ero completamente ubriacata dai problemi che mi stavano capitando, perché per quello che è stato, oggi, col senno di poi, so che mi trovavo davanti ad una proposta stra-fighissima e stavo per non accettarla.
Una stagione estiva pagata profumatamente, per i miei standard. Vitto e alloggio sicuri, villetta in una zona di villeggiatura mai visitata davvero, ma davvero bella. L'opportunità di ritrovare persone di famiglia lontane da tempo. Ma, poi, anche tutto il resto che ne è conseguito.
Spaventatissima all'idea di convivere con sconosciuti, mi sono ritrovata in casa persone un po' ok e un po' no. Ma la cosa, sorprendentemente, mi ha toccato assai poco. Mi sono goduta serenamente le belle persone che ho incontrato, ho scansato con superiorità le serpi e me la sono davvero goduta.
Che poi, dopo il bello dell'estate così sia arrivato un inverno di lotte e battaglie, beh, questa è la vita.
Ma i ricordi di quei momenti saranno sempre con me. E al momento non me ne rendevo conto davvero. Vivevo nel turbine e non avevo un minuto per rifletterci sopra.
Oggi affronto una vita meno allegra, più responsabilizzante (dallo Zingarelli Cinziesco) eppure c'è qualcosa - forse ci penso meglio leggendo le parole sopra - che mi fa pensare che un domani guarderò questi tempi con lo stesso occhio in cui oggi so vedere la scorsa estate.
Mi dimenticherò le brutte avventure e sarò giunta al punto che mi farà dire: "è stato tutto un percorso per arrivare alla stabilità che ho adesso, tolte le rinunce e i sacrifici, le paure, i tormenti e le paranoie sul domani, cosa rimane? Il ricordo di un percorso irto e prezioso con Lui. L'inizio di Noi".
Anche se tutto non va come previsto, si tratta di tasselli che vanno a creare la nostra vita e un motivo, anche per l'esistenza di quei tasselli "malati" c'è sempre!

5 commenti:

  1. Grazie Kisal!! Questa me la stampo e me la appendo proprio qui davanti al computer, perchè c'è una verità in ogni parola. Ora che sto cercando una nuova strada, dopo aver perso il lavoro, la situazione non è facile. Però sento di essere a un punto di svolta. Forse era necessario che accadesse quanto accaduto perchè io mi decidessi a fare anche qualcosa di diverso. Non è facile, anche perchè non ho molti sostegni..Eppure sento che andrà bene.. Speriamo :) Buona giornata! Cris

    RispondiElimina
  2. Quando mi trovai per la prima volta davanti a questo scritto pensai ADESSO ME LO SCRIVO SU TUTTE LE PARETI DI CASA :D
    Fa sempre questo effetto! è veramente illuminante e va al di là di tutte quelle parolone sull'ottimismo... è semplicemente la realtà, vista con occhi saggi!

    RispondiElimina
  3. Ecco,GRAZIE.
    Davvero.
    L'avevo gia letto ma avevo bisogno di leggerlo di nuovo stasera!!
    è proprio vero che ci perdiamo dietro a tutte le cose che ci fanno stare male,dietro ai problemi "logistici" di ogni giorno che bisogna fermarsi per guardare quello che stiamo facendo e che stiamo VIVENDO!!

    RispondiElimina
  4. Una bella poesia non la conoscevo,pura verita´ godersi il presente e non perdersi nel futuro che deve ancora arrivare ^^

    RispondiElimina
  5. L'ho pubblicata anch'io su Facebook questa poesia...è STUPENDA!! Spesso ci dimentichiamo di quello che è veramente importante... spesso le cose migliori per noi le abbiamo già... :-)

    RispondiElimina